ESSELUNGA: SIGLATO L’ACCORDO SUL LAVORO DOMENICALE

Dopo 2 anni di sperimentazione si è finalmente giunti alla sigla dell’accordo per la regolamentazione del lavoro domenicale in Esselunga.
Un importante passo avanti, Il cui obiettivo è quello di diminuire l’impatto negativo dovuto alle liberalizzazioni selvagge prodotte dal decreto salva italia che mette in seria difficoltà le lavoratrici e i lavoratori nella conciliazione dei tempi di vita e temi di lavoro.

Per conseguire tale finalità state messo in campo una serie di importanti punti qualificanti atti a privilegiare un principio solidaristico che a punta a migliore l’impatto del lavoro domenicale sull’intera platea dei dipendenti Esselunga:

– Aumento delle maggiorazioni domenicali e delle domeniche libere per i lavoratori che hanno la domenica obbligatoria da contratto di assunzione.

– Maturazione di un weekend libero ogni 12 domeniche volontarie.

– Miglioramento degli aspetti tecnici nella programmazione

Questo nuovo impianto va ad aggiungersi al quadro normativo già in essere grazie all’accordo sindacale da noi sottoscritto nel 2016 che prevede il principio della volontarietà (e in subordine l’obbligo) e una scaletta di aumenti delle maggiorazioni domenicali fino all’80%, l’esclusione di lavoratrici e lavoratori con condizioni soggettive particolari (malattie gravi, figli fino a 3 anni, assistenza a disabili con patologie gravi, ecc). La Pianificazione bimestrale delle domeniche lavorative. Il rafforzamento del ruolo delle rappresentanze sindacali interne.

Nelle prossime settimane verrano pianificate una serie di assemblee in tutti i punti vendita per socializzare il contenuto dell’accordo.

“Riteniamo questo risultato solamente una tappa di un percorso di miglioramento delle condizioni di lavoro in Esselunga. – così commenta Massimo Cuomo, segretario della Filcams Cgil Milano
C’è ancora molto da sistemare, ne siamo coscienti, per questo vogliamo affermare che non ci fermeremo qui!”

#SiamoDoveSei