Camusso: «Ancora voucher, uno schiaffo alla democrazia»

26 MAGGIO 2017 / PREFETTURA DI MILANO
Il presidio organizzato dalla Camera del Lavoro di Milano

“Se venissero reintrodotti i voucher avendo impedito ai cittadini di votare saremmo di fronte a una violazione gravissima della democrazia e delle previsioni costituzionali!”. Così oggi il Susanna Camusso dalla conferenza stampa che si è svolta in contemporanea ai presidi in corso in tutto il Paese.
“Lo strumento presentato, ancora una volta, non è un contratto di lavoro ma solo il pagamento di una prestazioni.È solo un’altra forma di precarietà”

La CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro non si fermerà, arriveremo alla Corte costituzionale e anche al Presidente della Repubblica per ottenere il ripristino e il rispetto delle regole costituzionali e democratiche.
Noi #nonsmobilitiamo