MILANO MARZO 2017: AUCHAN CONDANNATA!

ILLEGITTIMA INTERRUZIONE DEL PAGAMENTO “EX PREMIO AZIENDALE AD PERSONAM”

 

I fatti: a marzo 2015 l’azienda dava disdetta del contratto integrativo, i cui effetti decorrevano da luglio 2015 determinando il mancato pagamento del cosiddetto “premio fisso”. Di fronte alla
impossibilità di trovare soluzioni di buon senso, siamo dovuti andare in causa e DUE sentenze ci hanno dato ragione, sui ricorsi che la FILCAMS CGIL di Milano con i propri legali, ha promosso in assistenza di 55 lavoratori e lavoratrici.
Il giudice ha sentenziato chiaramente: “i ricorsi in esame vanno accolti”, “è illegittima l’interruzione del pagamento dell’ex premio aziendale ad personam”.

Ciò significa che l’azienda DEVE:

  1. ricominciare a pagare regolarmente il cosiddetto “premio fisso”;
  2. corrispondere tutti gli arretrati dal luglio 2015;

Così come abbiamo sempre sostenuto in ogni occasione, Auchan non poteva TAGLIARE questo pezzo di salario.

L’azienda se ne faccia una ragione: il profitto non si può fare mettendo le mani nelle tasche dei lavoratori. Noi della FILCAMS Milano lo abbiamo sempre sostenuto e ora lo ha sancito anche un giudice …

Semplicemente diciamo: cara azienda, pensa a migliorare il servizio al cliente piuttosto che togliere al dipendente

#NOISIAMOQUI per chi non vuole più, fare donazioni salariali all’azienda.

Di seguito le sentenze del tribunale:

Auchan-sentenza 1

Auchan_sentenza 2