TRONY VIA TORINO MILANO: 50 LAVORATORI LICENZIATI?

La Filcams Cgil Milano, unitamente alla rappresentanza interna dei lavoratori (RSU) ritiene inaccettabile le decisioni di Trony Frc Group Srl relative alla gestione della grave crisi e alla dichiarazione di chiusura del punto vendita di via Torino.

L’azienda ha dimostrato totale chiusura rispetto alle proposte portate dalle OO.SS. sul tavolo delle trattative:

• Apertura alla possibilità di assorbimento nella società interessata al subentro nei locali Trony di via Torino
• Ricollocazione di una parte dei lavoratori presso gli altri punti vendita del Gruppo Trony
• Previsione di un piano sociale finalizzato a un’adesione esclusivamente volontaria al licenziamento a fronte di un incentivo economico.

L’azienda ha rigettato senza motivazione le proposte sindacali, dichiarando l’imminente apertura del procedimento di licenziamento collettivo e ribadendo come unica strada percorribile quella della rinuncia di ogni tutela prevista in cambio di una inadeguata incentivazione economica.Trony pretendeva inoltre la possibilità di scegliersi unilateralmente quali lavoratori eventualmente mantenere (superando qualunque criterio di scelta e di equità previsti dalle normative) sui punti vendita nell’ordine di 15 unità da dislocare su un “ipotetico” negozio ad oggi non esistente in provincia di Varese. Tutto ciò finalizzato a vendere la licenza commerciale e cedere i locali di via Torino senza alcun lavoratore a una società interessate di cui oggi non ci è dato conoscere il nome.

Reputiamo questo atteggiamento vergognoso ed inammissibile; operazioni finanziarie e commerciali vengono tentate sopra la testa dei lavoratori, raggirando la responsabilità sociale prevista nell’articolo 41 della Costituzione, senza la volontà di trovare una soluzione equilibrata che tenga conto della condizione drammatica che riguarderà i circa 50 lavoratori coinvolti.

Filcams CGIL Milano

Rsu Filcams Cgil Milano